Barbecue: a gas, a legna o con forno. Un viaggio gustoso tra tradizioni e sapori

Un gustoso viaggio attraverso tradizioni e sapori realizzati con la griglia

Indice

Ragazzo di 30 anni che sta grigliando su un barbecue Fontana

Quanti tipi di barbecue esistono?

I barbecue sono disponibili in varie forme, dimensioni e tipologie per adattarsi alle diverse preferenze di cottura e agli spazi esterni.

Possiamo orientarci nel vasto mondo dei barbecue, definendone tre tipi:

Barbecue a gas: I barbecue a gas sono alimentati a gas propano e offrono praticità e facilità d’uso. Si riscaldano rapidamente e consentono un controllo preciso della temperatura e impostazioni di fiamma regolabili.
I barbecue a gas sono spesso preferiti per la loro praticità e per il funzionamento a bassa manutenzione.
Sono una scelta popolare per chi cerca esperienze di cottura all’aperto rapide e senza intoppi.

Barbecue a legna: I barbecue a legna, che a volte funzionano anche con la carbonella, si portano dietro una lunga tradizione, fatta di sapori autentici dati dall’aroma unico che la brace conferisce ai cibi grigliati.
Questo è il motivo per il quale i barbecue a legna affascinano, ieri come oggi, gli appassionati del grilling.
Richiedono tempi leggermente più lunghi rispetto ai barbecue a gas, sia nelle fasi di accensione che per la regolazione della temperatura, ma l’esperienza di cottura che offrono è unica e gratificante.

Barbecue a legna da esterno con forno per pizza: la combinazione perfetta dei due mondi, i barbecue a legna da esterno con forno per pizza diventano sempre più popolari grazie alla versatilità di utilizzo che questi prodotti offrono. Infatti, con un unico dispositivo è possibile grigliare carni, verdure, pesce e cuocere delle fumanti pizze al piatto.
Che dire, è il prodotto ideale per chi vuole sperimentare qualsiasi tipo di creazione culinaria all’aperto, senza limiti.

Con quali combustibili funzionano i diversi tipi di barbecue?

La scelta del combustibile gioca un ruolo fondamentale nel determinare il sapore, l’esperienza di cottura e la praticità dei barbecue.

Diamo un’occhiata più da vicino ai combustibili utilizzati dai barbecue a gas e a legna:

  • Barbecue a gas: come già detto, sono alimentati a gas propano.
    Questi combustibili forniscono una fonte di calore costante e facilmente controllabile.
    La bombola del gas può essere facilmente sostituita, garantendo sessioni di grigliate ininterrotte: è l’ideale per chi apprezza la praticità e i tempi di cottura rapidi.
  • Barbecue a legna: utilizzano bricchette di carbone o legna come fonte di combustibile.
    La legna richiede dei tempi più lunghi per la produzione della brace, tempi che si accorciano con l’utilizzo della carbonella: in entrambi i casi, la brace offre un calore intenso e producendo fumo, conferisce al cibo un distinto sapore di affumicato.
    Rispetto al gas, il barbecue a legna richiede più tempo in fase di accensione e per il raggiungimento della temperatura desiderata, ma i risultati valgono spesso l’attesa.
    La possibilità di regolare il flusso d’aria e di manipolare le braci consente comunque un controllo preciso della temperatura, rendendo i barbecue a legna versatili per sperimentare diverse tecniche di cottura.

Differenze tra barbecue a gas e a legna

Il dibattito tra barbecue a gas e barbecue a legna risulta molto acceso tra gli appassionati di grigliate, ognuno dei quali sostiene le caratteristiche che rendono questo o quel metodo di cottura superiore all’altro.

Approfondiamo le principali differenze tra i due metodi:

  • Profilo aromatico: una delle differenze più significative sta nel gusto aromatico del cibo.
    I barbecue a legna infondono al cibo un sapore affumicato che le griglie a gas non sono in grado di riprodurre.
    Gli aromi naturali sprigionati dalla combustione del legno o l’essenza delle erbe aromatiche che i fumi conferiscono agli alimenti, aggiungono una profondità unica ai piatti, migliorando l’esperienza culinaria complessiva.
  • Tempo di cottura e controllo della temperatura: Le griglie a gas offrono un riscaldamento veloce e preciso, consentendo tempi di cottura rapidi e una facile regolazione della temperatura.
    D’altra parte, i barbecue a legna richiedono più tempo per raggiungere la temperatura di cottura desiderata e possono richiedere una maggiore pratica per padroneggiare il controllo della temperatura.
    Tuttavia, i grigliatori più esperti spesso apprezzano il processo lento e costante che caratterizza l’utilizzo della legna, in quanto conferisce un’esperienza di cottura più rilassata, piacevole e conviviale.
  • Autenticità e tradizione: I barbecue a legna hanno un ricco significato storico e culturale, che risale alle antiche pratiche di cottura.
    Per molti appassionati, la cottura a legna li collega alle loro radici culinarie e aggiunge un elemento di autenticità alle loro attività di cucina all’aperto.
  • Convenienza e pulizia: Le griglie a gas sono innegabilmente più comode per quanto riguarda l’accensione del fuoco e la pulizia successiva.
    Con la semplice pressione di un pulsante, la griglia è pronta a cuocere in pochi minuti e, una volta terminata, non ci sono ceneri o braci da pulire.
    Le griglie a legna, pur offrendo sapori ineguagliabili, richiedono un maggiore sforzo per l’accensione e la pulizia, il che potrebbe non essere adatto a chi cerca un’esperienza di grigliata semplice e veloce.

Come funziona il barbecue a legna con forno per pizza?

Il barbecue a legna con forno per pizza è un’unità di cottura doppia per esterni, versatile e innovativa, che combina il meglio di entrambi i mondi: la bontà del fumo della griglia a legna e le capacità di cottura ad alta temperatura del forno per pizza.
Questa combinazione unica vi permette di ampliare il vostro repertorio culinario e di creare un’ampia gamma di piatti deliziosi, dalle carni perfettamente grigliate alle pizze da leccarsi i baffi.
Come combustibile vengono utilizzati tronchetti di legno naturale e le braci generate forniscono un calore e un sapore affumicato perfetto per grigliare carni, verdure e altre delizie.

Curiosità

Quando è vietato il barbecue?

All’aperto non è mai vietato, al chiuso è fortemente sconsigliato in qualsiasi periodo dell’anno.

Qual è la differenza tra grill e barbecue?

Il barbecue è quando il prodotto è dotato di un coperchio e quindi durante la cottura la camera è chiusa, consentendo una cottura lenta. Mentre la cottura alla griglia avviene “all’aperto” senza alcun tipo di copertura.

Cosa grigliare sul barbecue?

Tutte le carni, il pesce e le verdure.

Come preparare una perfetta grigliata di carne?

È consigliabile preparare una quantità sufficiente di braci, riscaldare le griglie facendole scaldare e, poco prima di posizionarvi il cibo, cospargerle di olio per evitare che il cibo si attacchi.

ContattaciCATALOGHI