Scoprite la magia del barbecue a legna professionale: dalle prelibatezze tradizionali al forno per pizza

Fontana Forni: Barbecue a legna, cuoce la carne sulla brace

Barbecue a legna: dalle grigliate classiche alle pizze gourmet, un’esperienza di gusto senza eguali

Indice

Barbecue a Legna: caratteristiche

Il cuore di ogni barbecue a legna è il sapore autentico che il fumo dona ad ogni piatto preparato.

Il profilo aromatico dei vari tipi di legno, come la quercia, l’ulivo, il faggio, il ciliegio, offre un ampio spettro di sapori, conferendo a carni e verdure un gusto ricco e appetitoso che non può essere replicato con nessun altro metodo di cottura.

Oltre al sapore, i barbecue a legna offrono anche un’eccezionale versatilità. Infatti, possono essere utilizzati per diversi stili di cottura, dall’affumicatura lenta all’utilizzo del fuoco vivo e intenso per la scottatura di bistecche.

La combinazione di metodi di cottura tradizionali e tecniche culinarie moderne rende questo prodotto uno strumento essenziale per ogni appassionato di cucina o chef professionista.

Le caratteristiche che differenziano i barbecue a legna sono:

  • i materiali utilizzati (lamiera, inox, refrattario)
  • le dimensioni delle griglie (più o meno grandi a seconda del numero dei commensali)
  • gli accessori in dotazione o integrabili per arricchire l’esperienza. La proposta è molto vasta e, per citarne alcuni, potrebbe fare la differenza avere un bruciatore pensato apposta per preparare le braci, il carrello con ruote, il cassetto per le ceneri, il numero di altezze di cottura, i ripiani laterali, i ganci porta strofinacci o porta presine e il girarrosto, manuale o elettrico.
  • Scopri qui tutti gli accessori disponibili per il tuo barbecue a legna!

Imparare ad accendere un barbecue a legna

Sebbene il fascino dei barbecue a legna sia innegabile, padroneggiare l’arte di accenderli è essenziale per liberare tutto il loro potenziale. Ecco alcuni passi fondamentali.

  • Scegliere il legno giusto: il tipo di legno scelto avrà un impatto significativo sul sapore dei piatti. Sperimentate diverse varietà di legna per trovare quella che meglio si adatta al profilo di gusto desiderato.
  • Accendere il fuoco: iniziare a creare una piccola piramide con i ceppi e posizionarvi sopra la legna scelta. Assicurate un flusso d’aria adeguato per facilitare la combustione e aiutare il fuoco a diffondersi uniformemente.
  • Usare accenditori naturali: evitare gli accenditori a base di sostanze chimiche, perché possono alterare il sapore del cibo. Optate invece per accenditori naturali come la carta o gli accenditori privi di paraffina.
  • Siate pazienti: i barbecue a legna richiedono tempo per raggiungere la temperatura desiderata. Lasciate che le fiamme si riducano a braci prima di cucinare per garantire un calore costante durante tutto il processo di cottura.

Se un giorno non avete tempo ma tanta voglia di grigliare, potete anche scegliere di sostituire la legna con la carbonella: il gusto autentico della legna non sarà replicabile, ma il cibo assumerà comunque un sapore affumicato dal fuoco e avrete risparmiato un sacco di tempo!

Barbecue a legna professionali per ristoranti

Negli ultimi anni, la tendenza a incorporare barbecue a legna nelle cucine dei ristoranti ha avuto un’impennata, affascinando i commensali con il gusto ineguagliabile dei piatti a base di legna.

Una doverosa premessa è però necessaria: i ristoratori e gli chef che cercano di elevare la propria proposta culinaria, offrendo una cottura alla brace autentica, dispongono solitamente di uno spazio esterno che gli consente la cottura alla griglia.

Installare un barbecue a legna all’interno delle cucine indoor, infatti, non è praticabile per via del fumo che questo dispositivo, inevitabilmente, produce.

Il fascino della cottura a legna non risiede solo nei sapori unici che conferisce, ma anche nell’esperienza culinaria coinvolgente che offre. Infatti, la vista e l’aroma dei piatti preparati creano un’atmosfera suggestiva che i commensali apprezzano.

Che si tratti di una pizzeria rustica o di un ristorante raffinato, l’utilizzo di un barbecue a legna può distinguere il vostro ristorante, lasciando un ricordo memorabile sui clienti e facendovi guadagnare la reputazione di destinazione culinaria.

Differenza tra barbecue a legna e barbecue a carbonella

Sia i barbecue a legna che quelli a carbonella sono amati per la loro capacità di impartire sapori affumicati, ma presentano alcune differenze distinte che soddisfano preferenze diverse.

  • Profilo aromatico: i barbecue a legna offrono una gamma più ampia di sapori grazie ai vari tipi di legno disponibili. La carbonella, invece, offre un sapore costante e neutro.
  • Controllo del calore: I barbecue a legna possono essere più difficili da controllare a causa dei diversi tipi di legno e delle tempistiche di combustione. I barbecue a carbonella tendono a offrire un calore più prevedibile e stabile.
  • Impatto ambientale: il legno è considerato una risorsa rinnovabile, il che rende i barbecue a legna un’opzione più ecologica, sempre che la legna venga prodotta a sua volta in maniera responsabile. La produzione di carbone di legna può avere un impatto ambientale maggiore a causa delle emissioni prodotte per la lavorazione delle bricchette di carbone.
  • Pulizia della cenere: i barbecue a legna tendono a produrre più cenere rispetto alle griglie a carbone, richiedendo una pulizia più frequente.

In definitiva, la scelta tra barbecue a legna e a carbonella dipende dalle preferenze personali, dal tempo che si vuole dedicare alle fasi di riscaldamento (la legna richiede tempi più lunghi per via della combustione più lenta), dagli stili di cottura e dal profilo di sapore desiderato per le vostre creazioni culinarie.

Da considerare che se non si fosse disposti a scegliere, esistono delle soluzioni e prodotti che consentono di utilizzare entrambi i combustibili.

I migliori barbecue a legna

Dal fascino rustico dei modelli tradizionali alla modernità dei design più innovativi, un buon barbecue a legna non è solo uno strumento di cottura, ma un elemento che aggiunge carattere e convivialità alle vostre giornate all’aperto. Che abbiate un ampio giardino o un accogliente terrazzo, esiste il barbecue a legna ideale per voi.

Sicuramente come prima cosa è necessario individuare le dimensioni più adatte allo spazio di cui si dispone e lo stile dell’ambiente al quale è destinato il dispositivo.

E’ fondamentale poi tenere in considerazione i materiali; infatti, i barbecue possono essere realizzati in acciaio inox e in lamiera alluminata, con parti anche in mattone refrattario, in base al modello scelto.

Quelli in lamiera avranno un costo inferiore rispetto per esempio a quelli in acciaio o con la base in refrattario che però, essendo materiali più robusti, rispondono meglio alle sollecitazioni del calore e a quelle climatiche, aggiudicandosi il primato come prodotti più durevoli.

Quali sono i migliori barbecue a legna sul mercato? Visitate la nostra pagina dedicata 😉

Curiosità

Qual è il legno migliore per il barbecue?

La scelta del legno può essere decisiva per insaporire la carne alla griglia e conferirle l’aroma desiderato. Tra i legni più profumati e consigliati ci sono l’ulivo e la quercia.

Come fare un ottimo barbecue?

È consigliabile preparare una quantità sufficiente di braci, riscaldare le griglie facendole arroventare e, poco prima di posizionarvi il cibo, cospargerle di olio per evitare che si attacchi.

Quanto costa un barbecue prefabbricato?

Dipende da cosa si sta cercando; il mercato offre diverse soluzioni su diverse fasce di prezzo, come detto dipende da materiali e dimensioni. In generale, possiamo dire che possono costare tra i 500 e i 2.000 euro.

Quanto costa un barbecue in acciaio?

Dipende da cosa si sta cercando; il mercato offre diverse soluzioni su diverse fasce di prezzo, come detto dipende da materiali e dimensioni. In generale, possiamo dire che possono costare tra i 400 e i 3.000 euro.

ContattaciCATALOGHI